CASSA DI RISPARMIO DELLA PROVINCIA DI CHIETI SPA

 

CARICHIETI S.p.A.

**************

 

CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE

 

 

Integrativo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro A.B.I. 12/02/2005 per il personale della Carichieti S.p.A. appartenente alle categorie “Quadri Direttivi” e “Aree Professionali”

 

 

 

 

 

stipulato il 26 OTTOBRE 2006

 

 

 

 

per il personale della CARICHIETI S.p.A. appartenente alle categorie:

 

 

“QUADRI DIRETTIVI”

 

“AREE PROFESSIONALI DALLA PRIMA ALLA TERZA”

 

 

^^^^^^^^


 

 

Il giorno 26 Ottobre 2006

 

tra

 

-          la Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti SpA (Carichieti SpA) rappresentata dal Dr. Di Tizio Francesco, Direttore Generale, dal Sig. Chiacchia Elvio, Responsabile del Servizio Personale, e dal Rag. Di Marzio Giuseppe, Consigliere e Consulente del Lavoro della Carichieti SpA, nominati dal Consiglio di Amministrazione con delibere dell’8/06/2006 e del 29/09/2006

 

 

e

 

 

 

-          la Federazione Autonoma Bancari Italiana (FABI) rappresentata dal Sig. AVITTO Domenico;

 

 

-          la Federazione Autonoma Lavoratori del Credito e del Risparmio Italiani (FALCRI) rappresentata dal Sig. MAMMARELLA Angelo;

 

 

-          la Federazione Italiana Bancari Assicurativi (FIBA-CISL) rappresentata dal Sig. GRAZIANI Giacomo;

 

 

-          la Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito (FISAC-CGIL), rappresentata dalla Sig.ra DE ROSA Assunta;

 

 

-          la Dircredito-FD rappresentata dal Sig. RAIANI Giuseppe;

 

 

si è stipulato

 

 

il seguente Contratto Normativo Aziendale, integrativo del C.C.N.L. A.B.I. 12/02/2005, per il personale della Carichieti SpA appartenente alle categorie “Quadri Direttivi” ed “Aree Professionali dalla prima alla terza”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Art. 1

CATEGORIE DEL PERSONALE

                Ai sensi delle norme portate dal C.C.N.L. 12/02/2005 le categorie del personale risultano così articolate:

 

“Quadri Direttivi”:                                   4° Livello Retributivo       (Q.D. - 4° L)

                                                           3° Livello Retributivo       (Q.D. - 3° L)

                                                           2° Livello Retributivo       (Q.D. - 2° L)

                                                           1° Livello Retributivo       (Q.D. - 1° L)

 

“3’ Area Professionale”:                         4° Livello Retributivo       (3’A.P.-4° L)

                                                           3° Livello Retributivo       (3’A.P.-3° L)

                                                           2° Livello Retributivo       (3’A.P.-2° L)

                                                           1° Livello Retributivo       (3’A.P.-1° L)

 

“2’ Area Professionale”:                         3° Livello Retributivo       (2’A.P.-3° L)

                                                           2° Livello Retributivo       (2’A.P.-2° L)

                                                           1° Livello Retributivo       (2’A.P.-1° L)

 

“1’ Area Professionale”:                         Livello retributivo unico.

 

            Il numero minimo dei posti in pianta stabile per ogni grado è il seguente:

- Q.D. 4° L        n.   30

- Q.D. 3° L        n.   12

- Q.D. 2° L        n.   30

- Q.D. 1° L        n.   40

- 3’A.P.- 4° L     n.   80

- ruolo aperto per tutti gli altri gradi.

            Il personale appartenente ad ogni grado può essere utilizzato, nell'ambito delle rispettive categorie, sia presso la Direzione Generale sia presso le Succursali.

            Resta inteso che tutti i posti in organico che saranno vacanti per effetto dell'applicazione del presente contratto e successivamente, saranno ricoperti dal personale in servizio.

            Il numero dei posti di "Q.D.-2°L" e "Q.D.-1°L" per i servizi della Direzione Generale non dovrà essere inferiore a 10 e 15 unità rispettivamente.

            La copertura dei posti vacanti per effetto dell’applicazione del presente organico dovrà essere effettuata entro sei mesi dalla data di sottoscrizione del presente C.I.A. con decorrenza 1° novembre 2006.

            Eventuali modifiche saranno esaminate congiuntamente tra la Carichieti e le OO.SS. firmatarie del presente C.I.A..

 

Art. 2

TITOLO DI STUDIO

                I titoli di studio minimi richiesti per le assunzioni sono i seguenti:

-"Q. D." e "3’ A.P.": diploma di scuola media superiore, escluso quello a carattere artistico, che dia accesso ad una facoltà universitaria;

-"2’A.P.-3°L": licenza di scuola media inferiore;

-"2’A.P.-2°L", "2’A.P.-1°L" e "1’ A.P.": si prescinde dal titolo di studio.

 

Art. 3

IMPIEGATI DI GRADO MINIMO

            Il personale inquadrato in "2’A.P.-3°L", il quale all’atto dell’assunzione sia in possesso di titolo di studio che dia accesso ad una facoltà universitaria, con esclusione di quelli a carattere artistico, sarà inquadrato nel grado immediatamente superiore dopo un anno di servizio con giudizio annuale complessivo non inferiore a “Buono”.

 

Art. 4

OPERAI SPECIALIZZATI

            Il personale inquadrato nella "2’ A.P." ha diritto al riconoscimento della qualifica di operaio specializzato qualora svolga le seguenti mansioni:

- conduttore di generatore a vapore per il quale è richiesto il certificato di abilitazione;

- capo squadra servizi di manutenzione;

- attrezzista-aggiustatore meccanico responsabile anche di messa a punto di macchine;

- manutentore capace di eseguire, con individuazione dei guasti, complesse operazioni meccaniche, elettriche, elettroniche ed elettromeccaniche su apparecchiature, macchinari ed impianti, con interpretazione di disegni costruttivi e di schemi elettrici.

            In caso di insorgenza di nuove mansioni specialistiche di competenza del personale inquadrato nella "2’ A.P." la Carichieti SpA definirà con le OO.SS. firmatarie del presente contratto quelle che comportano la qualifica di "Operaio specializzato".

 

Art. 5

INNOVAZIONI TECNOLOGICHE

            Le innovazioni tecnologiche saranno preventivamente esaminate fra la Carichieti SpA e le OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. con riguardo ai problemi concernenti gli eventuali inquadramenti del personale.

            In caso di innovazioni tecnologiche, che comportino nuovi inquadramenti, le questioni relative formeranno argomento di esame da parte di apposita commissione formata da rappresentanti della Carichieti e delle OO.SS. firmatarie del presente C.I.A..

 

Art. 6

AUTOMATISMI DI CARRIERA E ECONOMICI

            In materia di avanzamenti automatici di carriera e/o economici continuano a trovare applicazione le norme di cui all'art. 6 del C.I.A. 23/04/1997. Gli assegni di anzianità previsti saranno rapportati ad anno e suddivisi per 13 mensilità.

 

            Per il personale assunto precedentemente alla data del 19/12/1994:

 

da "2’A.P.-3°L" fino a "3’A.P.-3°L"

            Lo sviluppo di carriera avviene automaticamente, fino al grado inferiore a quello più elevato della categoria, con permanenza, in ciascuno dei gradi, pari a cinque anni, con valutazioni professionali annuali non inferiori a "Sufficiente", anche non consecutive.

            Nell'ipotesi di giudizi professionali annuali inferiori a "Sufficiente", il tempo di cui al comma precedente sarà prolungato di un anno per ciascuna di dette valutazioni.

            Il personale che non possiede titolo di studio che dia accesso ad una facoltà universitaria, nel solo caso che abbia già usufruito di due passaggi automatici nell'ambito della categoria impiegatizia, previsti dal presente articolo, per accedere al grado di "3’A.P.-3L" dovrà aver maturato, nel grado di "3’A.P.-2°L", una ulteriore anzianità di cinque anni, fermo restando i criteri di cui sopra.

            A favore del personale inquadrato "3’A.P.-3°L" sarà riconosciuto, dopo dieci anni di permanenza nel grado con valutazioni professionali annuali anche non consecutive non inferiori a "Sufficiente", un assegno di anzianità pari a € 85,00 per 13 mensilità.

            Tale assegno sarà integralmente assorbito in caso di promozione al livello superiore.

 

"2’A.P.-1°L", "2’A.P.-2°L" e "2’A.P.-3°L"

 

a) ex categorie: Capo commesso, Vice capo commesso e Commesso:

            L’assegno di anzianità, in luogo di quanto fissato dall'art.12 del CCNL 19/12/1994, viene fissato in € 34,00 mensili per 13 mensilità e verrà riconosciuto dopo tre anni di servizio con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà fino a € 75,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di tre anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà fino a € 135,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di sette anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà fino a € 165,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di 10 anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            Nell'ipotesi di valutazioni professionali annuali inferiori, il riconoscimento dell'assegno di cui ai commi precedenti verrà procrastinato di un anno per ogni valutazione professionale annuale inferiore a "Sufficiente".

            Tale assegno sarà integralmente assorbito in caso di promozione alla categoria superiore.

 

b) ex Operai:

            L’assegno di anzianità, in luogo di quanto fissato dall'art. 14 del CCNL 19/12/1994, viene fissato in € 25,00 mensili per 13 mensilità e verrà riconosciuto dopo tre anni di servizio con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà a € 50,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di tre anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà a € 92,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di sette anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            L’assegno di anzianità aumenterà fino a € 113,00 mensili per 13 mensilità e verrà attribuito dopo un ulteriore periodo di 10 anni con valutazioni professionali annuali di almeno "Sufficiente".

            Nell'ipotesi di valutazioni professionali annuali inferiori, il riconoscimento dell'assegno di cui ai commi precedenti verrà procrastinato di un anno per ogni valutazione annuale inferiore a "Sufficiente".

 

c) ex Operai specializzati:

            Agli "Operai specializzati" sarà corrisposto, dopo cinque anni di servizio con valutazioni professionali annuali non inferiori a "Sufficiente", un assegno di "anzianità" per 13 mensilità annue, di importo pari alla differenza fra la retribuzione percepita per "stipendio", "scatti di anzianità" e “ristrutturazione scatti di anzianità” e quella prevista per le medesime voci per il personale inquadrato in "3’A.P.-1°L" alla stessa classe di anzianità.

            Dopo ulteriori cinque anni, sempre con valutazioni professionali annuali non inferiori a "Sufficiente", tale assegno sarà pari alla differenza fra la retribuzione percepita per "stipendio", "scatti di anzianità" e “ristrutturazione scatti di anzianità” e quella prevista per le medesime voci per il personale inquadrato in "3’A.P.-2°L".

            Dopo ulteriori cinque anni, sempre con valutazioni professionali annuali non inferiori a "Sufficiente", tale assegno sarà pari alla differenza fra la retribuzione percepita per "stipendio", "scatti di anzianità" e “ristrutturazione scatti di anzianità” e quella prevista per le medesime voci per il personale inquadrato in "3’A.P.-3°L".

            Nell'ipotesi di valutazioni professionali annuali inferiori, il riconoscimento degli assegni di cui ai commi precedenti verrà procrastinato di un anno per ogni valutazione annuale inferiore a "Sufficiente".

 

            Per il personale assunto successivamente alla data del 19/12/1994, si applicano le norme portate dai C.C.N.L. tempo per tempo vigenti.

 

Art. 7

RAPPRESENTANTI DEL PERSONALE NELLE ASSUNZIONI

            Alle Commissioni esaminatrici dei concorsi per l'assunzione di personale impiegatizio ed alle Commissioni per le promozioni mediante concorso interno fino a "Q.D.-2°L" compreso, parteciperà un rappresentante del personale della Carichieti SpA per ogni OO.SS. firmatarie del presente C.I.A..

            Nelle procedure per l'assunzione di personale poste in essere con criteri aziendalmente stabiliti interverrà un rappresentante del personale della Carichieti SpA per ogni OO.SS. firmatarie del presente C.I.A..

            Le funzioni ed i compiti dei rappresentanti del personale saranno gli stessi degli altri membri della Commissione.

 

Raccomandazione dell OO.SS.:

Le OO.SS. saranno informate preventivamente sulle esigenze di assunzione di personale con caratteristiche specifiche e della loro collocazione all'interno delle strutture.

 

Art. 8

ASSUNZIONI DI IMPIEGATI “2’A.P.-3° L.” E RISERVA DI POSTI

            Si conferma la seguente previsione contenuta nell'art. 8 del C.I.A. 23/04/1997.

            Nei concorsi per l'assunzione di impiegati da inquadrare in "2’A.P.-3°L", deve essere riservato al personale subalterno in servizio, ed in possesso del titolo di studio richiesto per i posti da coprire, una percentuale di posti pari al 30% con un minimo di due posti per ogni concorso.

            La suddetta norma non si applica nel caso in cui il concorso sia stato bandito per meno di tre posti. In tal caso, prima di bandire il concorso, la Carichieti SpA accerterà se i posti di impiegato in "2’A.P.-3°L" possono essere coperti mediante promozione del personale appartenente ai Livelli 2° e 1° della stessa Area Professionale, in possesso del titolo di studio di scuola media inferiore e dei requisiti e capacità necessari.

 

In caso di necessità di copertura di posti nel 1° livello della 3’ A.P., l'Azienda potrà effettuare una selezione interna tra il personale in servizio appartenente alle categorie o livelli inferiori che volontariamente ne faccia richiesta.

 

Nei casi in cui si renda necessario effettuare la copertura di posti nel 1° livello della 2’ A.P., l’Azienda s’impegna altresì ad attingere il personale di che trattasi fra quello della categoria inferiore che ne faccia esplicita richiesta, il tutto fatti salvi eventuali obblighi di legge e nel pieno rispetto delle esigenze aziendali, attuali e future.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Art. 9

CLASSIFICAZIONE DELLE SUCCURSALI - ORGANICI QUALITATIVI

            La riclassificazione delle Filiali, ridenominate Succursali, è di competenza del Consiglio di Amministrazione. Le stesse, dalla revisione effettuata con i dati riferiti al 30 aprile 2002 e successive modifiche ed integrazioni, risultano così classificate:

 

- Succursale di 1^ categoria             Chieti Sede

                                                           Lanciano

                                                           San Salvo

                                                           Vasto

 

- Succursale di 2^ categoria                  Chieti Scalo

                                                                              Francavilla Al Mare

                                                                              Guardiagrele

                                                                              Ortona

                                                           Roma, Via Leone IV

 

- Succursale di 3^ categoria             Atessa

                                                           Casalbordino

                                                           Casoli

                                                           Chieti - Madonna delle Piane

                                                           Gissi

                                                           Pescara Ag. n. 2

                                                           Piane d’Archi

                                                           Sambuceto

                                                           Tollo

 

- Succursale di 4^ categoria             Castel Frentano

                                                           Chieti Ag. n. 1

                                                           Cupello

                                                           Miglianico

                                                           Orsogna

                                                           Pescara Ag. n. 3

                                                           Villa Santa Maria

 

- Succursale di 5^ categoria             Ari

                                                           Atessa Ag. n. 1

                                                           Bucchianico

                                                           Casoli Ag. n. 1

                                                           Celenza sul Trigno

                                                           Chieti - Brecciarola

                                                           Fara Filiorum Petri

                                                           Fara San Martino

                                                           Fossacesia

                                                           Lama dei Peligni

                                                           Lanciano Ag. n. 1

                                                           L’Aquila

                                                           Marina di San Vito

                                                           Monteodorisio

                                                           Montesilvano

                                                           Palmoli

                                                           Pescara Ag. n. 1

                                                           Pescara Ag. n. 4

                                                           Pescara Ag. n. 5

                                                           Pescara Ag. n. 6

                                                           Pescara Ag. n. 7

                                                           Rapino

                                                           Ripa Teatina

                                                           Roccaspinalveti

                                                           Schiavi d’Abruzzo

                                                           Sulmona

                                                           Tocco da Casauria

                                                           Torino di Sangro

                                                           Torricella Peligna

                                                           San Benedetto del Tronto

                                                           Teramo

                                                           Tortoreto

                                                           Vasto Ag. n. 1

 

- Punti Carichieti SpA                             Francavilla al Mare

                                                           Ortona (non operativo)

 

- Sportelli interni                                   DENSO (San Salvo)

                                                          IXFIN (Chieti Scalo)

                                                           SEVEL (Lanciano)

 

 

            La Carichieti SpA si impegna ad effettuare la revisione della classificazione delle Succursali con periodicità annuale.

            Entro il 30 giugno di ogni anno comunicherà alle OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. la riclassificazione delle Succursali, riferita al 31 dicembre dell’anno precedente ed i criteri analitici adottati.

            La riclassificazione delle Succursali comporta l’adeguamento, in via automatica, dei relativi organici qualitativi, con la medesima data di decorrenza delle variazioni, sulla base delle norme del presente articolo.

            I Preposti delle Succursali assumono la qualifica di “Reggente”. Il Reggente è il capo gerarchico della Succursale, ne coordina le attività e ne è il responsabile. Dispone all’interno della stessa le adibizioni prevalenti degli addetti alle singole attività.

            Il Vice Reggente collabora con il Reggente assumendone le funzioni in caso di assenza. Ha la responsabilità dello svolgimento di varie attività della Succursale, nonché il compito di eseguire controlli a campione sulle operazioni effettuate.

            In relazione all’attuale classificazione delle Succursali, ed a quanto previsto dal C.C.N.L. 12/02/2005, gli inquadramenti minimi previsti sono i seguenti:

-          alla reggenza delle Succursali di 1^ e 2^ categoria sono preposti i dipendenti con inquadramento “Q.D.-4°L”, e con il Reggente collaboreranno:

§         per le Succursali di 1^ categoria, n. 1 dipendente, con qualifica di Vice Reggente ed inquadramento non inferiore a “Q.D.-3°L”, n. 1 dipendente con inquadramento minimo di “Q.D.-2°L”, n. 4 dipendenti con inquadramento non inferiore a “3’A.P.-4°L”;

§         per le Succursali di 2^ categoria, n. 1 dipendente, con qualifica di Vice Reggente e inquadramento non inferiore a “Q.D.-2°L”, n. 4 dipendenti con inquadramento non inferiore a “3’A.P.-4°L”.

-          alla Reggenza delle Succursali di 3^ categoria sono preposti dipendenti con inquadramento non inferiore a “Q.D.-2°L”; con il Reggente collaborerà n. 1 dipendente, con qualifica di Vice Reggente e inquadramento non inferiore a “3’A.P.-4°L”;

-          alla Reggenza delle Succursali di 4^ categoria sono preposti dipendenti con inquadramento non inferiore a “Q.D.-1°L”; con il Reggente collaborerà n. 1 dipendente, con qualifica di Vice Reggente e inquadramento non inferiore a “3’A.P.-4°L”;

-          alla Reggenza delle Succursali di 5^ categoria sono preposti dipendenti con inquadramento non inferiore a “3’A.P.-4°L”.

            Ai Reggenti ed ai Vice Reggenti viene corrisposta, per 12 mensilità, una "indennità” la cui misura è fissata nel separato Accordo Economico Aziendale.

            Le indennità non sono dovute per i periodi di assenza di durata superiore ad un mese, anche se l'assenza sia dipesa da malattia, escluse le ferie, i permessi per festività soppresse ed i permessi sindacali.

            Ai sostituti temporanei dei titolari della reggenza viene corrisposta, per il periodo di effettiva sostituzione, in ragione di 1/10 al giorno, la differenza tra l’indennità percepita e quella di competenza del Reggente, fino al massimo della misura prevista.

            Analogamente si procederà per le sostituzioni temporanee dei “Vice Reggenti”, esclusi i casi in cui le mansioni vengano assunte direttamente dal Reggente.

            Gli organici attuali, qualitativi e quantitativi, assegnati alle singole Succursali della Carichieti SpA, sono indicati nella tabella “A” allegata al presente C.I.A., riferita alla data del 30/09/2006.

            Tale tabella verrà verificata dalle parti congiuntamente, come congruità, successivamente ad ogni riclassificazione delle Succursali, e le conclusioni verranno rese operative entro il termine che sarà concordato in sede di tale verifica.

            L’adeguamento degli organici, per effetto dell’attuale riclassificazione delle Succursali, dovrà avvenire entro sei mesi dalla sottoscrizione del presente contratto.

            Ai "Punti Carichieti" dovranno essere adibiti non meno di 2 dipendenti, con mansioni esclusive di terminalista-cassiere, la cui individuazione avverrà con disposizione/ordine di servizio del Reggente della Succursale a cui lo sportello fa riferimento.

            Agli addetti a tali sportelli sarà riconosciuta l'indennità chilometrica per lo spostamento dalla Succursale al Punto e viceversa.

            Medesimo rimborso sarà riconosciuto agli addetti agli "Sportelli interni".

 

Art. 10

ATTIVITA’ DELLE SUCCURSALI DI  “1” e  “2^” CATEGORIA

 

- SVILUPPO e ASSISTENZA:

  Acquisizione di nuova clientela e vendita di prodotti e servizi;

 

- SETTORE AFFARI:

  Istruttoria delle varie forme di credito e sviluppo specialistico;

 

- SETTORE FINANZIARIO:

  Raccolta indiretta e vendita di prodotti e servizi finanziari;

 

- SETTORE BACK OFFICE:

  Operatività di tipo contabile, senza maneggio di contanti, e di supporto agli operatori di FRONT OFFICE;

 

- SETTORE FRONT OFFICE:

  Operazioni di tipo esecutivo effettuate dalle casse.

 

Note a verbale

1) Il Reggente della Succursale, in quanto responsabile della stessa, farà presidiare ognuna delle attività operative delle Succursali di 1^ e 2^ categoria, dai suoi collaboratori appartenenti alle categorie del personale inquadrati tra: "Q.D." e/o "3’A.P.-4°L".

 

2) La Direzione Generale si impegna, qualora darà attuazione alla costituzione delle "Aree territoriali", a verificare congiuntamente alle OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. la congruità qualitativa e quantitativa degli organici assegnati alle singole Aree entro il termine di tre mesi dall’inizio dell’attività delle stesse.

 

Art. 11

MASSA DI MANOVRA

            La Carichieti SpA, per sopperire alle esigenze operative che si possono presentare nelle varie unità produttive, costituirà, in via sperimentale, uno o più gruppi di lavoratori, denominato “Massa di Manovra”, cui sarà demandato il compito di sostituire il personale assente.

            Sia per il contenimento dei costi sia per motivi di immediata disponibilità, detti lavoratori saranno assegnati a loro richiesta, in aggiunta agli attuali organici, a quelle unità produttive, preferibilmente Succursali di 1^, 2^, 3^ categoria, ritenute più idonee allo scopo per la loro dislocazione territoriale.

            Nella “Massa di Manovra” si entra a richiesta del personale e per un periodo di un anno, non ripetibile nell’anno successivo, tranne il caso di insufficienza di domande.

            Al Dipendente che chiede di far parte della “Massa di Manovra” non compete alcuna diaria né rimborso spese di viaggio, conseguente all’eventuale temporaneo trasferimento presso la sede di lavoro cui la “Massa di Manovra” è dislocata. Viene garantito il rientro nella sede di provenienza, salvo diverso accordo tra le parti, al termine del prescritto periodo di un anno.

            Il personale assegnato alla “Massa di Manovra” può appartenere ad ogni categoria (Quadri Direttivi e Aree Professionali), deve essere immediatamente disponibile, ed è gestito direttamente dal Servizio Personale.

            Al personale assegnato alla “Massa di Manovra” verrà riconosciuto, in caso di incarico di sostituzione, il trattamento di trasferta ed il rimborso spese di viaggio nella misura stabilita dal C.I.A. vigente. In caso di non utilizzo sarà a disposizione del Preposto del centro di lavoro nel quale presta servizio.

 

Nota a verbale

In sede di prima applicazione la Carichieti e le OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. si incontreranno per definire i criteri di scelta del personale disponibile a far parte della Massa di Manovra.      

 

 

Art. 12

ORGANICO CENTRO ELABORAZIONE DATI

Articolo soppresso

 

 

Art. 12/A

ESTERNALIZZAZIONE E/O APPALTI DI SERVIZI

            Nel caso di esternalizzazione o di appalto di servizi la Carichieti SpA si impegna al riutilizzo del personale in quelle attività e specializzazioni comunque necessarie.

            Lo stesso sarà inserito, prevalentemente, in quelle strutture che in termini qualitativi e quantitativi tengano conto delle reali necessità operative e funzionali dell’azienda. Le Parti si incontreranno per definire l’inserimento professionale ed i relativi ambiti lavorativi.

 

Art. 13

TRATTAMENTO ECONOMICO

            Il trattamento economico per il personale è fissato nel C.C.N.L. 12/02/2005 integrato dal separato Accordo Economico Aziendale.

 

Art. 14

LIQUIDAZIONE DELLE RETRIBUZIONI

            La retribuzione è pagata in via mensile posticipata entro il 27 di ciascun mese fatta eccezione per quella del mese di dicembre che sarà corrisposta entro il 20 dello stesso mese unitamente alla tredicesima mensilità.

In caso di cessazione dal servizio per morte, per collocamento a riposo per raggiunti limiti di età o di servizio, o per malattia o invalidità, sarà corrisposta agli aventi diritto l'intera retribuzione del mese in cui avviene il decesso o il collocamento a riposo.

 

Art. 15

INDENNITA’ MODALI

            A termine dell'art. 42 del C.C.N.L. 12/02/2005 al personale, incaricato di svolgere mansioni comportanti maneggio di denaro o di valori o di custodia pegni, spetta una indennità di rischio nella misura stabilita nella relativa tabella economica.

            Al personale adibito saltuariamente a tali mansioni sarà corrisposta, per ogni giorno di adibizione, l'indennità di rischio in ragione di 1/10 di quella mensile prevista per quello incaricato, fino al massimo della misura prevista.

 

Art. 16

INDENNITA’ PER SPECIFICHE MANSIONI

Articolo soppresso

 

 

Art. 17

VIGILANZA NOTTURNA - PERNOTTAMENTO - CUSTODIA

            A termine dell'art. 100 del CCNL 12/02/2005 in caso di servizio di pernottamento o di vigilanza notturna prestato dal personale subalterno ed ausiliario verranno corrisposti i compensi previsti dall'Accordo Economico Aziendale.

            Il compenso per il personale adibito a turno alla custodia diurna nei locali della Carichieti SpA nella giornata di sabato è fissato nell'Accordo Economico Aziendale.

 

Art. 18

INDENNITA’ DI AUTISTA

            Al personale subalterno ed ausiliario adibito a mansioni di autista viene corrisposta una speciale indennità la cui misura è stabilita nel separato Accordo Economico Aziendale.

 

Art. 18/A

PERMESSI PER EX FESTIVITA’

            Fermo restando quanto previsto dall’art. 48 del CCNL 12/02/2005, i permessi relativi alle festività soppresse possono essere fruiti dal 15 gennaio al 15 dicembre del relativo anno di competenza anche in modalità oraria.

 

Art. 19

PERMESSI PER MOTIVI PERSONALI O FAMILIARI

a) Ai sensi dell’art. 49 del C.C.N.L. 12/02/2005, i lavoratori possono usufruire di permessi giornalieri retribuiti, non computabili nelle ferie annuali, nei limiti e per i motivi sotto indicati:

-          N° 5 giorni di calendario in caso di morte di: genitori, coniuge, figli, fratelli, altri conviventi;

-          N° 2 giorni di calendario in caso di morte di: parenti ed affini, fino al 3° grado, non conviventi;

-          N° 2 giorni di calendario in caso di assistenza ospedaliera certificata con intervento chirurgico a: genitori, coniuge, figli, altri conviventi;

-          N° 1 giorno di calendario per l’assistenza ospedaliera certificata senza intervento chirurgico a: genitori, coniuge, figli, fratelli, altri conviventi;

-          N° 1 giorno di calendario per la nascita di un figlio;

-          permessi retribuiti per il tempo strettamente necessario, quando non sia possibile fuori orario di lavoro, al dipendente che debba sottoporsi a visite mediche specialistiche o ad accertamenti diagnostici (es: analisi, radiografie, terapie, visite specialistiche, etc.), in centri o ambulatori specializzati.

 

b) Ai sensi dell’art. 53 del C.C.N.L. 12/02/2005, ai lavoratori studenti saranno concessi permessi giornalieri retribuiti nei limiti e per i motivi sotto indicati:

-          N ° 8 giorni lavorativi per la discussione della tesi di laurea;

-          N° 3 giorni lavorativi per ciascun esame previsto dal piano di studi, qualora la sede della facoltà universitaria sia fuori regione;

-          N° 2 giorni lavorativi per ciascun esame previsto dal piano di studi, qualora la sede della facoltà universitaria sia in ambito regionale.

            Tali permessi potranno essere accordati una sola volta per ciascun esame di profitto previsto dal piano di studi approvato dalla facoltà e per tutti i corsi di laurea legalmente riconosciuti.

            I permessi di cui alle precedenti lettere a) e b) dovranno essere debitamente documentati. La mancata documentazione comporterà il mancato riconoscimento degli stessi.

 

 

Art. 20

CONCORSO SPESE PER LAVORATRICI/LAVORATORI STUDENTI

            Fermo restando quanto disposto dall'art. 53 del C.C.N.L. 12/02/2005, la Carichieti SpA si impegna ad agevolare i lavoratori studenti che intendono frequentare i corsi di studio presso scuole di ogni ordine e grado abilitate al rilascio di titoli di studio aventi efficacia legale.

            Ai lavoratori studenti che frequentano regolari corsi di studio presso le scuole pubbliche o abilitate al rilascio di titoli legali viene corrisposto annualmente un concorso spese dell’ammontare sottoindicato:

-          per gli studenti di scuola media inferiore, al conseguimento della promozione in ciascuno anno € 40,00;

-          per gli studenti di scuola media superiore, al conseguimento della promozione in ciascun anno € 80,00;

-          per gli studenti di corsi universitari che abbiano superato nelle tre sessioni dell'anno accademico almeno tre esami, per il numero degli anni di corso più due, € 100,00;

-          premio laurea di primo livello € 300,00;

-          premio laurea specialistica € 500,00.

 

 

Art. 21

PROVVIDENZE PER FIGLI STUDENTI

            Ai figli studenti dei dipendenti della Carichieti SpA, iscritti e frequentanti corsi regolari di studio in scuole di istruzione secondaria e di qualificazione professionale, statali, pareggiate o legalmente riconosciute, o comunque abilitate al rilascio di titoli di studio legali, oppure iscritti a studi universitari presso facoltà legalmente riconosciute ed abilitate al rilascio di lauree valide ad ogni effetto di Legge, ivi comprese, le così dette lauree brevi e quelle specialistiche di cui al D.M. 3 novembre 1999, n. 509, vengono annualmente corrisposte provvidenze nelle misure e alle condizioni seguenti:

a)       scuola di istruzione secondaria di 1° grado € 160,00;

b)       scuola di istruzione secondaria di 2° grado € 220,00;

c)       studenti universitari € 400,00;

d)       contributo iscrizione 1° anno per ogni grado di istruzione € 290,00;

e)       premio laurea di primo livello  € 200,00;

f)         premio laurea specialistica € 400,00.

            Per mancanza di scuola o università del tipo prescelto nel luogo di residenza della famiglia, le somme indicate ai punti b) e c) vengono elevate, rispettivamente, a € 310,00 e € 530,00.

            La norma portata dal presente articolo avrà decorrenza dall’anno scolastico 2006/2007.

 

 

Art. 21/A

PROVVIDENZE IN CASO DI MORTE DEL DIPENDENTE

In caso di morte del dipendente, in servizio, la Carichieti SpA s’impegna ad adottare interventi a favore della famiglia, facilitando con aiuti economici l’ultimazione degli studi per i figli fiscalmente a carico, valutando per gli stessi anche una eventuale assunzione in Carichieti, ad insindacabile giudizio della stessa.

 

 

Art. 22

DIARIA PER TRASFERTA O MISSIONE

            La diaria da corrispondere al personale inviato in missione continua ad essere regolata con i criteri previsti al punto 3) 2° comma dell'art. 99 del C.C.N.L. 19/12/1994 fatte salve le eccezioni di cui ai commi seguenti.

            Si presume che il dipendente inviato in missione o trasferta abbia consumato fuori residenza un pasto quando il rientro avviene dopo le ore 14.00 per le missioni o trasferte iniziate prima della fine del turno di lavoro antimeridiano, oppure il rientro avviene dopo le ore 18.00 per le missioni o trasferte iniziate dopo l'intervallo previsto per il pranzo.

            In caso di missione o trasferta che comporti una assenza del dipendente dal luogo di residenza di oltre 10 ore la liquidazione della diaria sarà pari a 2/3 della misura giornaliera.

            In ogni caso spetta al dipendente il compenso previsto per il lavoro straordinario per l'impiego prestato oltre il normale orario di lavoro, escluso il tempo impiegato per il viaggio.

            Per eventuali casi speciali, peraltro, il trattamento di missione o trasferta potrà essere effettuato mediante il rimborso delle spese effettive sostenute, debitamente giustificate.

            Qualora la missione o trasferta disposta dalla Carichieti SpA sia di durata superiore ad un giorno, il dipendente interessato, su specifica richiesta, potrà ottenere una anticipazione di parte delle spese di viaggio e permanenza fuori sede, non superiore all’80% dell’importo stimato dovuto in relazione all’incarico medesimo.

            Il rimborso delle spese di viaggio sarà effettuato in conformità delle norme portate dall’art. 61 del C.C.N.L. 12/02/2005.

            La Carichieti SpA rinnoverà annualmente una copertura assicurativa (tipo “kasco”) a favore di quei dipendenti inviati in missione, trasferta e per servizio per tutti i rischi relativi all'utilizzo del mezzo proprio.

 

Art. 23

RIMBORSO SPESE VIAGGIO PER SERVIZIO

            Al personale dipendente, al quale per ragioni di servizio è concessa la facoltà di usare propri automezzi, viene corrisposto un rimborso, per la distanza tra la località di missione e la propria residenza di € 0,43 per km, con riserva di aggiornamento di tale misura in relazione alle variazioni del costo del carburante benzina verde, che alla data di sottoscrizione del presente C.I.A. è di € 1,412 per litro, con arrotondamento ad € 0,10 per eccesso.

 

Art. 24

TRASFERIMENTI - TRATTAMENTO

            Ad integrazione di quanto previsto agli artt. 79 e 102 del C.C.N.L. 12/02/2005, si continua ad applicare quanto segue:

-          la diaria prevista dal punto 1) lettera d) dell'art. 79 del C.C.N.L. 12/02/2005 è stabilita per un periodo minimo di 45 giorni per tutti i livelli dei Quadri Direttivi;

-          la diaria prevista dal punto 2) lettera d) dell'art. 79 del C.C.N.L. 12/02/2005 è stabilita per un periodo minimo 30 giorni per tutti i livelli della categoria Quadri Direttivi;

-          la diaria prevista dal punto 1) lettera d) dell'art. 102 del C.C.N.L. 12/02/2005 è stabilita per un periodo minimo di 45 giorni.

            Al dipendente trasferito ad iniziativa della Carichieti SpA che non trasferisca la propria residenza sarà corrisposta la diaria per un periodo di 30 giorni.

 

Nota a verbale

La Carichieti SpA si dichiara disponibile ad esaminare, compatibilmente con le esigenze aziendali che restano prioritarie, le richieste di trasferimento nell'intento di favorire sia la crescita professionale sia la conoscenza di altri servizi, nonché la migliore utilizzazione del personale con maggiore anzianità anche in rapporto alle esigenze personali e di famiglia dei singoli dipendenti.

 

Art. 25

RICORSI CONTRO LE NOTE CARATTERISTICHE

            A termine dell'art. 66, 6° comma del C.C.N.L. 12/02/2005, il dipendente che non ritenesse corrispondente ai suoi meriti il giudizio annuale complessivo attribuitogli, potrà farsi assistere, sia nella fase del ricorso al Direttore Generale, sia nella fase del ricorso al Presidente, da un Dirigente dell’Organizzazione Sindacale, cui aderisce o conferisce mandato entro quindici giorni dalla comunicazione.

            Proposto il ricorso, il Direttore Generale o il Presidente, secondo la fase del ricorso stesso, convocherà entro trenta giorni il dipendente, unitamente al Dirigente sindacale, ove il ricorrente lo abbia richiesto specificando i motivi che hanno determinato il giudizio finale di qualifica.

            I suddetti Organi potranno, se del caso, fare le opportune controdeduzioni entro sessanta giorni.

 

Art. 26

ACCELERAMENTO DEL PASSAGGIO ALLA CLASSE TABELLARE SUCCESSIVA

            La Carichieti SpA ha facoltà di anticipare di un biennio il passaggio alla classe tabellare successiva a quella in cui si trova il dipendente al momento del riconoscimento, con efficacia anche sulla decorrenza dei successivi scatti di anzianità.

 

Art. 27

EX PREMIO DI RENDIMENTO

                La misura ed i criteri obiettivi per l'attribuzione del premio annuale di rendimento di cui all'art. 99, lettera d), del C.C.N.L. 19/12/1994 restano fissati come segue:

1- a)     - dipendenti con giudizio annuale complessivo di "Ottimo" e "Distinto":

  250% della retribuzione indicata al successivo punto 3) oltre quota fissa di € 326,16.

            - dipendenti con giudizio annuale complessivo di "Buono":

  230% della retribuzione indicata al successivo punto 3) oltre quota fissa di € 326,16.

            - dipendenti con giudizio annuale complessivo di "Sufficiente":

  160% della retribuzione indicata al successivo punto 3) oltre quota fissa di € 326,16.

1- b)     Il premio di rendimento come sopra determinato per dipendenti con giudizio annuale  complessivo di almeno “Sufficiente" viene maggiorato di:

-    € 103,29 per i “Q.D. di 1° e 2° livello” con sei anni di anzianità nel grado;

-    € 103.29 per i "3’A.P.-4°L" con sei anni di anzianità nel grado;

-    € 77,47 per i "3’A.P.- 3°L" con sei anni di anzianità nel grado;

-         € 51,65 per i "2’A.P.-2°L" ex “Capo Commesso” con sei anni di anzianità nel grado;

-         € 38,73 per i “2’A.P.-2°L" ex “Vice Capo Commesso" con sei anni di anzianità nel grado.

1- c)                 Per i titolari dell'incarico di Reggente di Succursale, con giudizio annuale complessivo di almeno "Sufficiente", il premio di rendimento viene maggiorato di un importo pari al 90% dell'ammontare della "indennità di "reggenza" percepita dall'interessato nell'anno di riferimento;

2 -   i giudizi annuali complessivi sopra indicati sono quelli relativi all'anno di competenza del premio di rendimento;

3 -   la retribuzione di cui alla lettera a) del punto 1 è riferita alla normale mensilità del mese di dicembre dell'anno di competenza del premio di rendimento ed è composta dagli emolumenti mensili aventi natura retributiva ai sensi dell'art. 44 del C.C.N.L. 19/12/1994 escluse l'incidenza della gratifica natalizia, della quattordicesima mensilità e della “scala mobile”;

4 -   agli effetti della maggiorazione di cui alla lettera b) del punto 1 valgono le anzianità nel grado maturate al 31 dicembre dell'anno di competenza del premio, con maggiorazione proporzionale in caso di compimento dell'anzianità nel corso dell'anno;

5 -   l'ammontare del premio viene determinato in proporzione all'effettivo servizio prestato nell'anno, concedendo al personale rimasto assente (esclusi i periodi di licenza ordinaria per ferie, permessi per festività soppresse, i permessi sindacali ed i periodi di astensione obbligatoria dal lavoro previsti dalla Legge 30/12/1971 n° 1204) una franchigia fino ad un massimo di sei mesi;

6 -   non compete premio di rendimento al personale che non abbia superato il periodo di prova;

7 -   al personale cessato dal servizio nel corso dell'anno, il premio di rendimento di competenza dell'anno stesso spetta in proporzione all'effettivo servizio prestato, arrotondato a mese intero le frazioni di mese;

8 -   erogazione del premio di rendimento con la mensilità del mese di maggio dell’anno successivo a quello di competenza;

9 -   in caso di modifica di giudizio annuale complessivo per effetto di ricorsi, verrà effettuato il relativo conguaglio.

Le norme del presente articolo si applicano a decorrere dal premio di rendimento relativo all'anno 1996.

            Relativamente ai Quadri Direttivi di 4° e 3° Livello l’importo complessivo del premio di rendimento è stato determinato ai sensi dell’art. 17 del C.I.A. 1988; la parte extra standard è stata stabilita con decorrenza dal premio di rendimento dell’anno 2000 secondo quanto previsto dal C.C.N.L. 11/07/1999 e viene periodicamente rivalutata in percentuale secondo i miglioramenti retributivi contrattuali.

            Premesso quanto sopra, si precisa che tale emolumento è stato assorbito dalla nuova struttura della retribuzione in vigore dal 01/01/2000 per cui, a termine dell’art. 38 del C.C.N.L. 11/07/1999 è stato ripartito su tredici mensilità nella misura standard di settore, mentre le quote eccedenti assumono la denominazione di “ex premio di rendimento” e non sono suscettibili di ulteriori modificazioni quanto a criteri, misure e modalità di corresponsione e non vengono erogate in caso di attribuzione di un giudizio professionale di sintesi negativo.

 

 

Art. 28

PREMIO AZIENDALE

            La Carichieti SpA e le OO.SS., con riferimento alle previsioni portate dall’art. 152 C.C.N.L. 19/12/1994 ed alla metodologia di cui all’art. 152 del C.C.N.L. 16/01/1991, definiscono, per l’anno 1996 e per gli anni successivi, le modalità ed i criteri per l’erogazione di un assegno denominato “premio aziendale”.

            L’erogazione del “premio aziendale” è subordinato al valore che annualmente assumerà un indicatore di produttività, denominato “indice di produttività”, che sarà determinato utilizzando la seguente formula :

 

            I.P. = RLG + CP - PP   dove:

                              n

-          IP = indice di produttività;

-          RLG = risultato lordo di gestione al netto delle rendite dell’Azienda e, cioè, i proventi derivanti dall’investimento del patrimonio libero;

-          CP = costi del personale;

-          PP = utili o perdite realizzati su partecipazione, nonché i ricavi straordinari;

-          n = numero dei dipendenti al 31 dicembre dell’anno di riferimento e dell’anno precedente, diviso due.

            Qualora la Carichieti SpA presenti un risultato economico positivo (utile netto), il “premio aziendale” verrà erogato con le seguenti modalità :

1.       se l’indice di produttività è pari o inferiore al valore “base” verrà erogato un importo pro-capite pari a € 1000,00;

2.       se l’indice di produttività raggiunge o supera il valore “soglia” verrà erogato un importo pro-capite pari a € 1.400,00;

3.       se l’indice di produttività si colloca tra il valore “base” e il valore “soglia” la somma da erogarsi, sempre pro-capite, sarà determinata con gradualità proporzionale fra quelle minima e massima di cui sopra.

            Qualora la Carichieti SpA presentasse un risultato economico negativo il “premio aziendale” non verrà erogato.

            Resta inteso che i nuovi valori “base” e “soglia” saranno applicati per la determinazione del “premio aziendale” riferito all’anno 2006 e a quelli successivi.

            Il “premio aziendale” non è utile agli effetti degli accantonamenti del trattamento di fine rapporto e di quelli al Fondo Pensione Complementare Aziendale e sarà erogato, sotto forma di una-tantum, dopo l’approvazione del bilancio e comunque entro il mese di maggio di ciascun anno di vigenza del presente C.I.A..

            L’importo del premio di produttività risultante dall’applicazione dei criteri di calcolo di cui sopra si intende riferito al dipendente “1’A.P.-livello unico” e sarà determinato per gli altri gradi sulla base della seguente tabella di parametrazione:

Area professionale                                            parametro (base 100 – 1’A.P.-Liv. unico)

“1 A.P.livello unico”                                           100,00

“2 A.P. – 1°L”                                                   107,00

“2 A.P. – 2°L”                                                   110,00

“2 A.P. – 3°L”                                                   113,00

“3 A.P. – 1°L”                                                   120,00

“3 A.P. – 2°L”                                                   127,00

“3 A.P. – 3°L”                                                   134,55

“3 A.P. – 4°L”                                                   144,75

“Q.D. –1° L”                                                     165,20

“Q.D. –2° L”                                                     175,70

“Q.D. –3° L” - maggiorazione del 35% dell'importo spettante al “Q.D.-2°L”;

“Q.D. –4° L” - maggiorazione del 40% dell'importo spettante al “Q.D.-3°L”.

 

Gli importi come sopra determinati saranno arrotondati a € 5,00 superiori.

Il premio verrà erogato solo ed esclusivamente ai lavoratori assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato.

 

 

Art. 29

PREMIO DI ANZIANITA'

            Al personale che ha raggiunto 25 anni di servizio la Carichieti SpA corrisponderà un premio di anzianità pari a 1/10 della retribuzione annua lorda, determinata sulla base delle misure degli emolumenti aventi natura retributiva ai sensi degli artt. 75 e 85 del C.C.N.L. 12/02/2005, compresa l’incidenza, per gli aventi diritto, della quota inerente l'ex premio di rendimento, in atto alla data di raggiungimento di tale anzianità.

            L'erogazione di tale premio di anzianità sarà effettuata contestualmente alla retribuzione del mese nel corso del quale inizia il 26° anno di servizio.

 

Art. 30

SALUTE E PREVENZIONE

            La Carichieti SpA, al fine di migliorare la sicurezza sul luogo del lavoro e tutelare la salute dei dipendenti, si atterrà alle disposizioni portate dai Decreti Legislativi 626/94 e 242/96 e successive variazioni.

            In occasione dell’incontro annuale illustrerà alle OO.SS. il piano generale della sicurezza.

 

Art. 31

INTEGRITA’ FISICA

            Le iniziative idonee alla salvaguardia dell'integrità fisica del personale, a seguito di eventuali attività criminose, saranno portate a conoscenza delle OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. in apposite riunioni preventive delle quali sarà stilato verbale.

            La Carichieti SpA esaminerà eventuali proposte delle OO.SS. sulla stessa materia.

            La Carichieti SpA si dichiara disponibile a valutare la richiesta di trasferimento dei dipendenti che siano coinvolti in eventi criminosi.

 

Art. 32

PARI OPPORTUNITA’

            In tema di pari opportunità la Carichieti SpA dovrà organizzare corsi di aggiornamento, di qualificazione e di riqualificazione destinati alle lavoratrici e ai lavoratori che rientrano dalla maternità o da assenze superiori a tre mesi.

            Detti corsi dovranno essere organizzati nelle ore antimeridiane per consentire la partecipazione del personale a tempo ridotto.

            La Carichieti SpA fornirà, altresì, adeguata e precisa informativa per le pari opportunità.

 

Art. 33

FORMAZIONE

            La Carichieti SpA si dichiara disponibile a costituire, con le OO.SS. firmatarie del presente C.I.A., una “commissione paritetica” per definire i contenuti e i criteri di partecipazione ai corsi di addestramento, qualificazione, formazione ed aggiornamento che annualmente saranno programmati per assicurare sia l’acquisizione delle conoscenze di base, indispensabili per il disimpegno delle relative mansioni con sufficiente grado di autonomia, sia la crescita specialistica in talune posizioni di lavoro.

            La formazione dovrà garantire un livello di preparazione idoneo a tutelare il personale dal rischio di emarginazione dai processi produttivi finalizzandola a percorsi professionali di carriera.

            La partecipazione a tali corsi ha carattere non obbligatorio.

            Devono essere assicurati corsi di aggiornamento sulle procedure di lavoro e sulle novità legislative che hanno implicazioni con il lavoro o con le mansioni svolte.

            Dovranno, comunque, essere forniti, i manuali e le circolari relative alle nuove procedure, alle novità legislative, ai nuovi prodotti offerti, ecc..

            Tutti i dipendenti in pianta stabile avranno diritto di frequentare, con gradualità e compatibilmente con le disponibilità organizzative, i corsi programmati.

            L’attività formativa di cui al presente articolo si svolgerà prevalentemente presso l’Azienda; sarà tuttavia possibile partecipare a corsi e seminari organizzati da società specializzate nel settore.

            Al fine di promuovere la massima partecipazione di tutto il personale interessato i corsi potranno essere organizzati anche a livello di Area Professionale.

            A tutti i partecipanti saranno liquidati i rimborsi di spesa e la trasferta con le modalità previste contrattualmente.

 

Nota a verbale

La Carichieti avrà cura di sensibilizzare i Responsabili dei vari centri di lavoro al fine di avvicendare i lavoratori nei vari compiti durante la permanenza degli stessi presso il Servizio o la Dipendenza. Le OO.SS. raccomandano che alle mansioni particolarmente gravose sia addetto il personale meno anziano di età.

Tutti i dipendenti hanno diritto a prendere visione di tutte le circolari approfondendole con i Responsabili anche da un punto di vista applicativo.

 

Art. 34

REPERIBILITA’

Fermo restando il disposto dell'art. 34 del C.C.N.L. 12/02/2005, la materia è regolamentata dall’Accordo Aziendale sulla Reperibilità del 1° giugno 1998 per Quadri Direttivi di 1° e 2° livello ed Aree Professionali.

La Carichieti SpA ha la facoltà di estendere la reperibilità, qualora lo ritenga necessario, a tutte le categorie del personale.

Resta inteso che le indennità da corrispondere ai Dirigenti vengono equiparate a quelle dei Quadri Direttivi di 3° e 4° livello; le indennità da corrispondere al personale inquadrato nella 2’ Area Professionale vengono equiparate a quelle previste per la 3’ Area Professionale.

 

Art. 35

ORARIO FLESSIBILE E MULTIPERIODALE

            La materia è regolamentata dall’Accordo Aziendale sul part-time del 10/2/89 e dal DL 61/2000 e successive integrazioni.

            La Carichieti SpA adotterà gli strumenti organizzativi che favoriscano l’accoglimento delle richieste di part-time.

 

Art. 36

TICKET PASTO

            I buoni pasto vengono corrisposti a tutto il personale della Cassa per ogni giorno di effettiva presenza in servizio, con le seguenti eccezioni:

a)       agli effetti della corresponsione del buono-pasto non vengono considerate come assenze dal lavoro quelle per permessi sindacali;

b)       in caso di assenza dal lavoro per frazione di giorno, il buono-pasto viene corrisposto qualora vi sia prestazione lavorativa almeno per un intero turno di lavoro (sia antimeridiano, sia pomeridiano);

c)       non compete il buono-pasto per i giorni di servizio fuori sede comportante corresponsione del trattamento di diaria per il pasto meridiano.

            E’ in facoltà del personale, che faccia esplicita richiesta, esercitare l’opzione, della durata di almeno due anni, per la trasformazione del buono-pasto in indennità di presenza giornaliera, a parità di costo complessivo per la Carichieti SpA, e fermi i criteri di attuale corresponsione del buono-pasto.

            Il valore del buono pasto resta confermato in € 5,25.

 

Art. 36/A

TICKET PASTO E FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

            La contribuzione a carico dell’Azienda dovuta al Fondo di Previdenza Complementare è maggiorata di € 1 (uno) per ogni giornata per la quale il lavoratore ha diritto alla corresponsione del ticket pasto. Inoltre la contribuzione a carico della azienda sarà aumentata di un ulteriore 0,50% per tutti gli iscritti.

            Le Parti si riservano, a fronte di futuri accordi, di rideterminare la destinazione al Fondo di Previdenza Complementare dell’importo di € 1 di cui sopra.

 

Raccomandazione

Le parti convengono di richiedere un adeguamento straordinario dei massimali assicurativi collegati al Fondo di Previdenza Complementare in considerazione delle suddette variazioni e delle eventuali modifiche al sistema previdenziale.

 

 

Art. 37

POLIZZA SANITARIA

            La Carichieti SpA stipulerà, ogni anno, una polizza sanitaria, a favore dei dipendenti, nei limiti di un costo complessivo, pro capite, non superiore a € 154,94. La Carichieti SpA e le OO.SS. firmatarie del presente C.I.A. procederanno ad una verifica congiunta delle proposte di Compagnie di assicurazione relativamente alla copertura dei rischi ed alle condizioni del contratto.

            La Carichieti SpA estende la copertura assicurativa anche ai nuclei familiari fino a 4 componenti, facendosi carico della relativa spesa.

 

 

Art. 37/A

POLIZZE ASSICURATIVE A CARICO DELL’AZIENDA

La Carichieti SpA fornirà informativa ai lavoratori in merito alle polizze assicurative, a proprio carico, stipulate a favore dei dipendenti, avvalendosi eventualmente anche della rete Intranet aziendale.

 

 

Art. 38

ANTICIPAZIONI SUL TFR

            La Carichieti SpA dichiara la disponibilità a concedere anticipazioni sul TFR, sempre entro il limite del numero massimo stabilito per ciascun anno a termine della Legge 297/1982 e soltanto dopo che siano state soddisfatte tutte le richieste effettuate per i motivi esplicitamente previsti dalla predetta Legge, e dalle vigenti fattispecie definite nell’accordo nazionale ACRI-OO.SS. del 26/10/1983, anche per le seguenti necessità:

-          spese di assistenza paramediche documentate;

-          spese per successioni immobiliari;

-          spese mediche in caso di grave infermità di familiari a carico conviventi;

-          spese per corsi di studio per i propri figli in regola con il piano di studi;

-          ristrutturazione della prima casa di proprietà, per una sola volta nell’arco del rapporto di lavoro, anche se il dipendente ha già beneficiato dell’anticipazione per l’acquisto di un immobile;

-          acquisto e ristrutturazione di vani contigui alla prima casa di proprietà, allo scopo di ampliare la stessa, e/o per l'acquisto del garage. Queste ultime richieste, qualora il dipendente abbia già beneficiato di una anticipazione per l’acquisto di un immobile, potranno essere soddisfatte alla fine di ogni anno nei limiti fissati dalla normativa.

            Dette spese, naturalmente, dovranno essere documentate.

 

 

Art. 39

SISTEMA INCENTIVANTE

            Ai sensi dell'art. 44 del CCNL 12/02/2005 il sistema aziendale delle incentivazioni riguarderà tutto il personale.

            E’ connesso al raggiungimento di obiettivi annuali condivisi e risponde ai seguenti principi:

-          oggettività e trasparenza;

-          comunicazione preventiva degli obiettivi e dei criteri di determinazione degli incentivi collegati;

-          coinvolgimento di tutti gli addetti della stessa unità organizzativa;

-          comunicazione, a consuntivo, dei risultati raggiunti.

 

 

Art. 39/A

POLIZZA SANITARIA - FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

INTERPRETAZIONE AUTENTICA

            Le Parti si danno reciprocamente atto che i benefici relativi alla Polizza Sanitaria ed al Fondo di Previdenza Complementare si applicano solo ed esclusivamente al personale assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato e con contratto di Apprendistato Professionalizzante, con esclusione quindi di quelli assunti con contratto di lavoro a termine.

            Tale norma ha efficacia a far tempo dalla liquidazione delle retribuzioni relative all’anno 2007, sia per i nuovi assunti che per i lavoratori di cui alla citata fattispecie, già occupati presso la Carichieti SpA.

 

 

Art.40

DECORRENZE

            Il presente C.I.A. si applica al personale della Carichieti SpA ed a quello della Carichieti Real Estate in servizio alla data di stipulazione ed a quello che verrà assunto successivamente.

            Esso decorre dalla data di stipulazione, ed in ogni caso dal mese di ottobre 2006, fatte salve le specifiche diverse decorrenze espressamente indicate, e scadrà il 31/12/2007.


 

TABELLA "A"

 

NUMERO DEI DIPENDENTI ASSEGNATI ALLE SINGOLE SUCCURSALI RIFERITO ALLA SITUAZIONE IN ATTO AL 30 SETTEMBRE 2006

Succursale                              n. addetti              DR      QD4    QD3    QD2     QD1     3A4°L

 

ARI                                               5                                                      1            1

ATESSA                                       6                                1                                   3

ATESSA AG. 1                              3                                           1

BUCCHIANICO                  5                                           1                       1

CASALBORDINO                           7                     1                                             1

CASOLI                                        6                                           1                       1

CASOLI AG. 1                               4                                                                    2

CASTEL FRENTANO                     5                                                       2

CELENZA SUL TRIGNO                 2                                                       1      

CHIETI SEDE                              16                     1         1                      1           3

CHIETI - AG. 1                               6                                           1                       2

CHIETI-BRECCIAROLA                  5                                                       1           1

CHIETI-SCALO                            15                     1                                 2           1

CHIETI-MADONNA DELLE PIANE    11                     1                                             1

CUPELLO                                     5                                           1          1

FARA FILIORUM PETRI                 5                                                       1           1

FARA SAN MARTINO                    3                                                                    1

FOSSACESIA                               4                                                       1           1

FRANCAVILLA AL MARE             14                     1                     1          1           2

GISSI                                            7                                1                                   1

GUARDIAGRELE                         10                     1                     1                       3

LAMA DEI PELIGNI                       4                                                       1           1

LANCIANO                                  15                     1         1                      2           3

LANCIANO AG. 1                          3                                                       1

L’AQUILA                                      6                     1                                 2           1

MARINA DI SAN VITO                    5                                                       1           1

MIGLIANICO                                  6                                                       1           1

MONTEODORISIO                         3                                           1                       1

MONTESILVANO                           5                                1          2                       1

ORSOGNA                                    6                                                       1           1

ORTONA                                     13                     1                     1          1           1

PALMOLI                                      2                                                       1

PESCARA AG. N 1                        6                     1                     1                  

PESCARA AG. N 2                        7                     1                                 1           1

PESCARA AG. N 3                        7                     1                                             2

PESCARA AG. N 4                        4                                           1                       1

PESCARA AG. N 5                        4                                                       1           1

PESCARA AG. N 6                        6         1                                 2

PESCARA AG. N 7                        5                                                       1

PIANE D'ARCHI                             7                                           1                       1

RAPINO                                        5                                                       1

RIPA TEATINA                              6                                                       1

ROCCASPINALVETI                      3                                                                    1

ROMA                                          6                     1          2         1

SAMBUCETO                              11                     1                                             3

SAN SALVO                               15                     1          1                     1           4

SCHIAVI D’ABRUZZO                    2                                                                    1

SULMONA                                    4                                 1                     1

TERAMO                                      4                     1                                 2

TOCCO DA CASAURIA                  2                                           1

TOLLO                                          7                                           1                       1

TORINO DI SANGRO                     4                                                       1      

TORRICELLA PELIGNA      3                                                       1

TORTORETO                                 6                                 1                     2           1

VASTO                                       17                     1          1                     1           4

VASTO AG. 1                                4                                                       1      

VILLA SANTA MARIA                    5                                            1                      1

 

Totale                                     n° 363        2        17         11       20      38         59


 

A C C O R D O   E C O N O M I C O   A Z I E N D A L E

 

 

 

 

 

Integrativo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro A.B.I. 12/02/2005 per il personale della Carichieti S.p.A. appartenente alle categorie “Quadri Direttivi” e “Aree Professionali”

 

 

 

 

 

stipulato il 26 OTTOBRE 2006

 

 

 

 

per il personale della CARICHIETI S.p.A. appartenente alle categorie:

 

 

“QUADRI DIRETTIVI”

 

“AREE PROFESSIONALI DALLA PRIMA ALLA TERZA”

 

 

^^^^^^^^


 

 

 

Il giorno 26 OTTOBRE 2006

 

 

tra

-          La Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti SpA (Carichieti SpA) rappresentata dalla Delegazione aziendale composta dal Dr. Di Tizio Francesco, Direttore Generale, dal Sig. Chiacchia Elvio, Responsabile del Servizio Personale e dal Rag. Di Marzio Giuseppe, Consigliere e Consulente del Lavoro della Carichieti SpA, nominati dal Consiglio di Amministrazione con delibere dell’8/06/2006 e del 29/09/2006

 

e

 

-          la Federazione Autonoma Bancari Italiana (FABI) rappresentata dal Sig. AVITTO Domenico;

 

 

-          la Federazione Autonoma Lavoratori del Credito e del Risparmio Italiani (FALCRI) rappresentata dal Sig. MAMMARELLA Angelo;

 

 

-          la Federazione Italiana Bancari Assicurativi (FIBA-CISL) rappresentata dal Sig. GRAZIANI Giacomo;

 

 

-          la Federazione Italiana Sindacale Lavoratori Assicurazioni e Credito (FISAC-CGIL), rappresentata dalla Sig.ra DE ROSA Assunta;

 

 

-          la Dircredito-FD rappresentata dal Sig. Raiani Giuseppe;

 

 

si è stipulato

 

 

il seguente Accordo Economico Aziendale integrativo del C.C.N.L. 12/02/2005 per il personale della Carichieti SpA appartenente alle categorie "Quadri Direttivi" e "Aree Professionali dalla prima alla terza".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Art. 1

            Il trattamento economico del personale della Carichieti SpA appartenente alle categorie “Quadri Direttivi” e "Aree Professionali" è regolato dal C.C.N.L. 12/02/2005.

            Dalla stipula del C.C.N.L. 11/07/1999, la nuova struttura delle retribuzioni è articolata, per tutte le categorie, su 13 mensilità sulle quali è stato ridistribuito il premio annuale di rendimento nella misura standard di settore. Le quote eccedenti, per effetto di precedenti accordi aziendali, vengono conservate aziendalmente solo nei confronti del personale già in servizio alla data di stipula del C.C.N.L. 11/07/1999. Tali quote, che assumono la denominazione di "ex premio di rendimento", non sono suscettibili di ulteriori modificazioni quanto a criteri, misure e modalità di corresponsione, e non vengono erogate in caso di attribuzione di un giudizio professionale di sintesi negativo.

            Costituiscono, altresì, parte integrante del trattamento economico del presente accordo le voci riportate nelle seguenti Tabelle:

 

Tabella “I” - Indennità di Reggenza e Vice Reggenza

Tabella “M” - Indennità di mansione di autista

 

Art. 2

            Le misure delle voci di trattamento economico vengono corrisposte con le decorrenze, i criteri e le modalità stabilite dalla vigente regolamentazione nazionale, con l'eccezione di quanto previsto dall’art. 22 del presente C.I.A. in materia di trattamento per trasferte o missioni.

            Le misure delle voci di cui alle Tabelle “I” e “M” vengono corrisposte per il numero delle mensilità indicate nelle Tabelle medesime, sulla base dei criteri del C.I.A..

 

Art. 3

            A far tempo dal 01/01/1988 la disponibilità per la contrattazione integrativa aziendale riveniente dall'art. 17 dell'Accordo Economico Nazionale 19 marzo 1987 e l’assegno annuale di cui al 3° comma dell'art. 2 dell'Accordo Nazionale 5 dicembre 1984 vengono corrisposti, in esecuzione di quanto previsto dall'art. 18 dell'Accordo Economico Nazionale 19 marzo 1987, mediante liquidazione di un importo annuo, da considerare a titolo di maggiorazione del premio di rendimento, pari al 70% della retribuzione del mese di dicembre dell'anno di competenza, composta dagli emolumenti aventi natura retributiva ai sensi dell'art. 40 del C.C.N.L. 19 marzo 1987 (con esclusione della scala mobile, della gratifica natalizia e della quattordicesima mensilità) al personale inquadrato nelle tre “Aree Professionali” ed ai "Quadri Direttivi di 1° e 2° livello retributivo”.

            L'importo come sopra determinato sarà ridotto in proporzione ai periodi di assenza dal servizio senza diritto ad intera retribuzione.

            La liquidazione dell'emolumento di cui trattasi avverrà entro il mese di gennaio dell'anno successivo a quello di riferimento.

 

Art. 4

            Il presente Accordo si applica al personale in servizio alla data della sua stipulazione ed a quello successivamente assunto. Esso decorre dalla data della sua stipulazione, ed in ogni caso dal mese di ottobre 2006, fatte salve le diverse decorrenze espressamente indicate e scadrà il 31/12/2007.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TABELLE RETRIBUTIVE

 

Tabella I

Indennità di Reggenza e Vice Reggenza x 12 mensilità – decorrenza 1/10/2006

 

-          Reggenza -

Succursali di 1^ categoria                                                                                 € 225

Succursali di 2^ categoria                                                                                 € 210

Succursali di 3^ categoria                                                                                 € 170

Succursali di 4^ categoria                                                                                 € 170

Succursali di 5^ categoria                                                                                 € 135

-          Vice Reggenza -

Succursali di 1^ categoria                                                                                 € 105

Succursali di 2^ categoria                                                                                 € 105

Succursali di 3^ categoria                                                                                 €   88

Succursali di 4^ categoria                                                                                 €   70

 

Tabella M

Indennità di mansione di autista x 12 mensilità – dec. 1/10/2006                 € 120