INTESASANPAOLO Pro memoria esodandi  vers. 03/21

Ricordiamo che gli Accordi sindacali vigenti garantiscono, il mantenimento dell’iscrizione al Fondo Sanitario Integrativo fino al mese precedente a quello del pensionamento alle stesse condizioni dei colleghi in servizio, la corresponsione del valore attuale del contributo aziendale mensile al Fondo Pensioni a contribuzione definita per i mesi di permanenza al fondo di solidarietà, le condizioni bancarie e creditizie agevolate tempo per tempo in vigore per i colleghi in servizio per chi ha aderito al “nuovo pacchetto“. Viene mantenuta anche l’iscrizione al Dopolavoro Aziendale (ALI). Chi ha sottoscritto il piano Lecoip, riceverà a maggio 2022 il capitale investito “pro quota” calcolato in rapporto al periodo di permanenza in azienda nel periodo del Piano e la partecipazione alla crescita di valore azionario del titolo, sulla base dell’andamento del prezzo dall’assegnazione alla cessazione del rapporto di lavoro.

La pandemia in corso ha modificato le modalità di conciliazione – per tutta la durata dell’emergenza – nell’ottica di evitare assembramenti e spostamenti. La nuova procedura prevede  la firma e lo scambio tramite e-mail di una “scrittura privata”.

Nella domanda di esodo allegata insieme alla scrittura privata è possibile dare l’adesione ad una rappresentanza sindacale di fiducia indicandone la sigla e sottoscrivendone la richiesta: per la Fabi basta indicare “FABI codice M”

Dopo il collega dovrà procedere con le dimissioni telematiche.

Per le dimissioni è possibile rivolgersi, previo appuntamento, al proprio patronato di fiducia con: documento di riconoscimento, codice fiscale, busta paga  e copia della scrittura privata sottoscritta.

Per i recapiti del Patronato >> clicca qui

Oppure seguire la guida dove esaminiamo in dettaglio come rassegnare le dimissioni volontarie online per tutti coloro che volessero procedere in autonomia con questo passaggio. >> clicca qui

TFR Pregresso 

I colleghi iscritti al Fondo Pensioni che ne hanno diritto, possono richiedere il trasferimento sulla propria posizione individuale del “TFR pregresso”, maturato ed accantonato presso una delle Aziende del Gruppo e non versato ad altra forma di previdenza complementare. Notizia molto importante per chi sceglierà di usufruire della RITA (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata) vedi paragrafo successivo.

Per trasferire il TFR pregresso accedere a #people >> servizi amministrativi >> richieste >> previdenza complementare e seguire le indicazioni. 

R.I.T.A. (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata)

Dopo la fine dell’attività lavorativa tra le opzioni per il fondo pensioni integrativo troviamo la cosiddetta R.I.T.A. (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata) che è una prestazione pensionistica complementare aggiuntiva rispetto a quelle già esistenti in forma di capitale o di rendita vitalizia, introdotta dalla Legge di Bilancio 2018. E’ una forma di riscatto frazionato nel tempo della posizione individuale ( tutta o in parte, a scelta dell’iscritto) sotto forma di rendita trimestrale da valutare attentamente per il favorevole trattamento fiscale.

Per ulteriori info >> clicca qui


PART TIME

Ricordiamo ai colleghi in part time che devono rientrare a tempo pieno dal primo giorno dell’ultimo mese di servizio, come da richiesta effettuata a suo tempo insieme alla domanda di esodo

E’ importante per tutti evitare di fare assenze che non prevedono l’intero trattamento economico (es.: SVL) nell’ultimo mese per non penalizzare il calcolo dell’assegno.

 

AGGIORNAMENTO E-MAIL

E’ importante aggiornare l’indirizzo e-mail sul sito del Fondo Sanitario, del Fondo Pensioni e del Dopolavoro Aziendale (indicazioni fornite nella mail che riceverete dalla banca), inserendo l’e-mail personale perchè l’indirizzo aziendale non sarà più operativo dal giorno dell’uscita.
Se volete continuare a ricevere l’informativa sindacale comunicateci l’e-mail personale a: fabibda@fabi-abruzzo.it